Category Archives: senza categoria

Tradizioni natalizie siciliane

Con i due prossimi articoli l'amico Vincenzo di Palermo ci ha voluto descrivere due specialita' siciliane  del periodo natalizio. Per essere precisi la Cuccìa è una specialità che si prepara per Santa Lucia, ma è altrettanto vero che questa festività apriva il periodo natalizio pur avendo una propria dignità. Inoltre in gran parte d'Italia i regali ai bimbi venivano dati a Santa Lucia e per l'Epifania, solo in tempi recenti il Santo Natale è diventato la festa del regalo. Una curiosità: perchè regalo e non dono? perchè regalo deriva da regale ricordando i re magi che andavano a portare omaggio al bambinello di Betlemme .

Per quanto riguarda invece gli arancini ,una specialità tipica siciliana, la ricetta prevede due possibili versioni, con mozzarella e prosciutto o con ragù. Ve lo ricordate il commissario Montalbano che andava in visibilio per gli arancini?


   

AVVISO AI NAVIGANTI

faro palascia 2012

 

Non so bene come ma siamo arrivati al compleanno di Italiano e Genuino. Ci sono state più di 7000 visite che ci ripagano di tanto tempo speso nella ricerca degli argomenti, l'elaborazione dei testi e delle foto.

Grazie di cuore.

C'è qualche novità tra i collaboratori: i ragazzi di VISITCASERTA.NET  hanno voluto gemellare il loro sito con il nostro. Questa amicizia nasce dalla condivisione del sentimento d'amore per il proprio territorio e dal voler valorizzare ciò che, troppo spesso, gli enti preposti a questo scopo non fanno in maniera adeguata. Dunque questi ragazzi hanno dedicato tanto loro tempo libero alla divulgazione delle  moltissime risorse che offre il loro terrirorio e spesso sconosciute alla massa : bravi!

Spero apprezzerete il materiale che ci hanno messo a disposizione che ci propone itinerari e specialità gastronomiche da far venire l'acquolina in bocca……

Naturalmente per chi volesse vedere gli articoli in forma integrale e tanto altro ,vi invito ad andare su :

-WWW.visitcaserta.net

Un saluto e un invito: vi ricordo che Italiano e Genuino nasce dalla volontà di condividere: non siate timidi, è un sito anche vostro…….Catturaerfetasadfg

 

pesce azzurro : due ricette veloci

Oggi propongo due piatti economici, gustosi e  salutari che non vi faranno entrare certamente nell'olimpo dei cuochi stellati, ma sono un idea veramente veloce e gustosa per fare un primo e un secondo in poco tempo, con poca spesa e grande soddisfazione del palato!!!


 

settimana del maiale

prosciuttoaCon l'articolo precedente abbiamo dato inizio alla settimana del maiale, che terminerà il 17 Gennaio il giorno in cui per tradizione si ultimavano le macellazioni dei suini. Vi verranno proposti alcuni articoli in cui il maiale è il protagonista. Parleremo di salumi (non solo di maiale!!), di porchetta e l'amico Daniele ci donerà qualche aneddoto sull'argomento.

L'idea è quella di far rivivere il legame che la cultura rurale dei nostri avi aveva con questo nobile animale che oggi, studi scientifici qualificano tra i più intelligenti. Non è raro vedere persone che di questi giorni vanno a spasso con maialini da compagnia, animalucci che sono stati modificati geneticamente per non crescere più di tanto….. per i nostri nonni sarebbe stato impensabile. Il problema serio per loro era farli crescere floridi e difenderli dai ladri di maiali, che privavano la magra economia della famiglia di una delle poche fonti di carne di cui avrebbe potuto disporre. Ma aldilà del costume d'oggi vorrei che per un attimo la vostra mente tornasse a quei casolari in cui questo animale occupava umilmente un rozzo rifugio, non lontano da galline, anatre e ,in molti casi quegli animali che aiutavano il contadino nei lavori dei campi. Nelle Marche si celebrano in più parti le feste del "Nino" come viene chiamato il maiale in quella bella regione, perchè non era  solo un animale,  era un pò uno di casa ……

Vi ricordo che qualunque contributo è non solo gradito ma auspicato, quindi se avete la ricetta della nonna o una storiella da raccontare, non siate timidi…..

BUON ANNO 2016

Auguri a tutti voi di un felicissimo anno 2016testata

dindarella marchigiana

La dindarella è un piatto della tradizione marchigiana del periodo natalizio. Il nome "Dindarella" evoca la parola francese "dinde" che  vuol dire tacchino ed è un modo di dire dialettale diffuso per indicare una tacchinella . E' un piatto sontuoso, che richiede un pò di tempo per la preparazione e una lunga cottura ma è anche una preparazione di sicuro effetto, succulenta e gustosa, nonchè di grande effetto sulla tavola natalizia.

DSC_0053

olio nuovo e vino novello

porta napoleQuesto fine settimana qua a Velletri c'è stata la festa del pane e dell'olio ma anche la presentazione dell'olio nuovo e del vino novello. E' tradizione antica, al termine di un periodo di lavoro intenso, creare un momento di festa, di convivialità che  gli antichi dedicavano agli Dei che avevano propiziato i raccolti; noi uomini del 2000 ci accontentiamo di stare assieme e di degustare i frutti della fatica di quei produttori che, con pervicacia e quasi eroismo, si ostinano ancora a lavorare le loro terre.20151115_11253820151115_112841 Ho parlato con un pò di enfasi di eroismo perchè la realtà delle campagne italiane è fatta di piccole aziende, e se i lavori di campagna sono pesanti, ancora più pesante è fronteggiare  balzelli e cavilli che ostacolano in mille maniere il piccolo lavoratore agricolo a vantaggio dei grandi produttori.  

DSC_0053Il sabato, Italiano e genuino è stato ospite della Vigna Rioli, una piccola ma valida realtà a conduzione familiare, che ha voluto presentare il suo delizioso novello. E cosi, tra un pezzetto di pizza con la mortadella, un pezzetto di porchetta e due castagne, mentre una deliziosa orchestrina accompagnava la serata, il novello Sy Brillo  2015 ha fatto il suo magnifico debutto tra estimatori del vino e del convivio. d novelloA seguire l'amico Daniele Ciani ci spiegherà come nasce il novello.

 Nel proseguo della serata e in altra sede è stata organizzata una degustazione di vari tipi d'olio, ai quali si sono associate le inevitabili bruschette, ma anche le castagne e non solo….olioreta

La Domenica, una Velletri in abiti di festa ha accolto la festa del pane e dell'olio con gli amici di Ratatouille, una associazione culturale enogastronomica fatta da tanti giovani appassionati ma anche esperti di cucina, che hanno fatto da padroni di casa ospitando i partecipanti presso i locali di Porta Napoletana, mentre fuori c'erano altri produttori di olio, miele e quant'altro provenga dalle campagne Veliterne, ma anche il mercatino antiquario. 

oliPer quanto mi riguarda questi momenti sono assolutamente da favorire e promuovere perchè danno spazio al piccolo produttore locale, spessissimo un giovane, per fare conoscere il proprio prodotto ma sono anche dei piacevoli momenti di socialità genuina, non prefabbricata….non secondo modelli di altre culture, ma una socialità italiana e genuina !!!!  

 

DSC_0058


 

a

Avviso ai naviganti- San Martino

AVVISO AI NAVIGANTI

bandiera1Bandiera2

 

faro palascia 2012

11 Novembre ,San Martino

Siamo nel pieno dell'autunno anche se le giornate sono ancora molto calde .Con Italiano e genuino vi abbiamo raccontato qualcosa della vendemmia e della raccolta delle olive, di piatti tradizionali legati alle occasioni e di come si fa l'olio. a1Siamo stati quasi profeti delle grandi inchieste sull'olio extravergine che sono nella cronaca di questi giorni ma che si ripetono nel tempo perchè le logiche commerciali del " business is business" vengono, per alcuni produttori, prima della necessità di fare un prodotto Italiano e genuino.Dobbiamo rilevare che l'eccezione fa notizia ma non la norma e la maggior parte dei produttori continua il proprio lavoro seriamente e con coscienza, mentre gli organi preposti ai controlli, i N.A.S. primi tra tutti, portano avanti il loro lavoro a tutela della nostra salute.

 Qui nelle campagne dei castelli romani si continuano la raccolta delle olive e i lavori di cantina. Oggi, 11 Novembre, San Martino, fedeli al detto per cui ogni mosto diventa vino ci si ritrova tra amici a confrontare l'olio prodotto, il primo vino della stagione, a mangiare le noci raccolte  qualche settimana orsono e ora asciutte, in riunioni conviviali, lontani da logiche commerciali e uniti solo dalla voglia di stare bene insieme.a

Continuano i nostri tour a spasso per il bel paese alla ricerca di specialità e preparazioni regionali, siamo stati a Torino e ad Agrigento e vi "relazioneremo".

Abbiamo una nuova collaboratrice che per passione e studi è particolarmente competente nel campo delle proprietà nutrizionali e salutari dei cibi, do il benvenuto e ringrazio, quindi, Claudia Ciccarelli che, sottraendo tempo alla sua farmacia e ai suoi impegni personali, ci ha preparato degli spazi di approfondimento sulle proprietà di alcuni frutti e ortaggi che saranno oggetto di prossima pubblicazione. 

Ora, scusatemi, devo andare a raccogliere gli ultimi loti prima che merli e vespe se li mangino…… 


 

lesso salsa pearà

VERONA: la salsa Pearà

La salsa Pearà

L'amico Giordano da Verona ci offre la ricetta di una salsa che, nelle grandi occasioni, accompagna il bollito per comporre il piatto più tipico: il bollito in Pearà.

Complimese

bandierQuanto è bello l'amore che nasce tra due giovanissimi, quel sentimento che unisce due esseri umani in cui la parte infantile non ha ceduto ancora il passo alla maturità e le spinte sono meno condizionate dalle esperienze della vita…..e allora non si può aspettare l'anniversario, un traguardo che arriverà troppo in là, si festeggia la prima settimana, le prime due settimane e poi il complimese ! Anche noi che giovani non siamo più da parecchie settimane, vogliamo festeggiare il complimese di Italiano e Genuino, onorato dagli amici che hanno seguito il sito con più di mille visite, un traguardo che non pensavamo proprio di raggiungere in così poco tempo. Grazie di cuore, ci avete testimoniato interesse e apprezzamento che sono per noi la migliore motivazione a proseguire in questa iniziativa che nasce, come l'amore tra due giovanissimi, dall'amore incondizionato per la nostra terra e le nostre tradizioni.1915 

Mi piace molto questa coincidenza che vede questo pezzo pubblicato il 2 giugno, festa della Repubblica ma anche e sopratutto del popolo, di tutti noi e di coloro che ci hanno preceduti e hanno costruito il nostro passato e il nostro presente. Di tutte le piazze dedicate ai grandi quella che più mi piace è piazza del Popolo, perché a morire nelle trincee o a faticare per strappare a terreni impervi una fetta di terra coltivabile o mille altre umili azioni per costruire la nostra bella Italia non c'erano alti papaveri in eleganti vestiti, ma tanti poveri ma onesti italiani.ninfa