Dadolata di tonno fresco

20180512_143705

Chissà perchè quando si parla di pesce crudo sembra che non si possa fare a meno di evocare il Sashimi giapponese mentre abbiamo una tradizione italiana anche in questo campo. La dadolata di tonno, se volete chiamarla Tartare fa più ricercato ma stiamo sempre parlando della stessa cosa, è una preparazione  semplice e gustosa che può essere usata preferibilmente come antipasto, ma anche come secondo. Prima di vederne la semplicissima preparazione parliamo di sua maestà il tonno. Thunnus thynnus: il tonno è il re del mare sin dai tempi più antichi, tant'è che nella grotta del genovese a Levanzo (Trapani) sono stati rinvenuti rappresentazioni preistoriche che lo rappresentano.

tonno

Dunque il tonno, simbolo della forza e del coraggio di superare le avversità della vita, è un pesce conosciuto e molto apprezzato fin dalla preistoria. Thyo, il suo nome in greco, significa indica “l’esser impetuoso, furioso”.  In molte zone d’Italia è sempre stato un pesce consumato in scatola; solo negli ultimi anni ha iniziato a essere popolare sui banchi delle pescherie  diventando un’abitudine alimentare sulle tavole degli italiani.

Il tonno crudo ha una carne rossa saporita molto compatta, e con pochi grassi quindi può essere una valida alternativa alla carne. Ci sono molti modi per cucinarlo: carpaccio di tonno, dadolata di tonno, roast beef di tonno, polpettone di tonno, tonno alla griglia e tanto altro…20180512_123127

La dadolata di tonno è un piatto a base di tonno crudo e fresco ed è una ricetta ideale per un antipasto estivo, può essere servito in monoporzioni in modo da poter gustare al meglio il tonno rosso fresco condito solo con olio extravergine di oliva, succo di limone o di arancia e un pizzico di sale. Un’unica ma importantissima accortezza  dovremo avere è quella della scelta del tonno: deve essere sempre freschissimo e abbattuto in modo da evitare la pericolosissima Anisakis, un tipo di parassita che può trasmettersi all’uomo attraverso l’ingestione delle carni crude del tonno e se non abbiamo certezze congeliamolo nel freezer purchè raggiunga i  -20 °C.

 

Prepariamo la dadolata di tonno
Tagliamo il tonno rosso fresco già sfilettato in tanti piccoli cubetti e lo mettiamo a marinare in un'emulsione, a base di succo di arancia o di limone, olio extravergine di oliva e sale, per tre ore.

 

 

 

 

 

 

 

Impiattiamo con l'aiuto di un coppapasta e poniamo qualche foglia di basilico o dei semi di girasole a guarnitura. Potremmo anche preparare dei cestini di pasta frolla o pasta brisée da riempire con la tartare.20180512_122813

Varianti
La dadolata di tonno ha molte varianti originali che possiamo provare per i nostri aperitivi.

Tartare di tonno e avocado
La tartare di tonno e avocado è una delle versioni più particolari della tartare e si prepara con erba cipollina. Tagliamo il tonno a cubetti e li mettiamo in una ciotola con olio extravergine di oliva, sale, un ciuffo di erba cipollina e succo di limone. Tagliamo l'avocado a pezzetti e lo condiamo con la stessa emulsione usata per il tonno. Mettiamo tonno e avocado in un coppapasta e lo mettiamo in un piatto di portata. Serviamo con fettine di avocado, di lime e qualche grano di pepe rosso.

Dadolata di tonno e salmone
Per la tartare di tonno e salmone, procediamo seguendo il procedimento principale della ricetta, dunque tagliamo il tonno a dadini, lo mettiamo in una ciotola e lo mariniamo in un'emulsione a base di succo di mezzo limone. Facciamo la stessa cosa con il salmone. Li lasciamo almeno per tre ore e serviamo aiutandoci con un coppapasta. Da consumare subito.
20180512_143705

Che vino abbiniamo alla tartare di tonno?
Alla tartare di tonno rosso abbiamo abbinato un vino bianco di media struttura,  un Vermentino di Gallura, mentre per la tartare di tonno e salmone abbiamo preferito un vino bianco più  aromatizzato come la Ribolla Gialla o anche la Verdeca del Salento.


 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>