Alici al gratin

Alici al gratin Le alici sono quei graziosi pescetti che in enormi branchi argentei passano nei nostri mari e che si differenziano dalle acciughe da…niente perchè sono la stessa cosa. Molto spesso, More »

Capesante gratinate

Oggi sul bancone del pesce c'erano delle bellissime Capesante, le famose conchiglie Saint Jacques di cui, devo confessare, sono particolarmente ghiotto e visto che mia moglie influenzata mi aveva delegato a fare la spesa More »

Torta di fagioli

Torta di fagioli Quando mia moglie mi ha proposto di fare una torta con i fagioli ho guardato questa iniziativa con qualche sospetto ma devo dire che il risultato finale è stato More »

Ragù di gallinella di mare

La nostra amica Mea di Bari ci ha fatto dono di un 'altra ricettina di quelle che hanno dentro tutto il fascino delle preparazioni del sud Italia e che, solo a guardarla, More »

Calamarata con il Tombarello

Vi proponiamo una preparazione gustosa ,veloce ed economica con un pesce tipico di questo periodo. Il tombarello è una via di mezzo tra lo sgombro e il tonnetto come aspetto. Essendo un pesce More »

Tombarello

In questo periodo c’è il passaggio nei nostri mari di branchi di pesci pelagici e non è raro per chi va per mare vedere le “mangianze”, pesci più grandi che mangiano i più More »

 

Alici al gratin

Alici al gratinali

Le alici sono quei graziosi pescetti che in enormi branchi argentei passano nei nostri mari e che si differenziano dalle acciughe da…niente perchè sono la stessa cosa. Molto spesso, nel parlare comune, con il termine acciughe si intendono i pesci interi conservati sotto sale, e con il termine alici gli stessi pesci sfilettati e messi sott’olio, ma alici e acciughe identificano esattamente lo stesso pesciolino che  può indifferentemente essere chiamato nell’uno o nell’altro modo.

IMG_3174

Capesante gratinate

CapesanteOggi sul bancone del pesce c'erano delle bellissime Capesante, le famose conchiglie Saint Jacques di cui, devo confessare, sono particolarmente ghiotto e visto che mia moglie influenzata mi aveva delegato a fare la spesa non ho potuto resistere…..

E un piatto abbastanza semplice ma veramente gustoso, vi dico come l'ho realizzato.

cattura1

Torta di fagioli

Torta di fagioli

Quando mia moglie mi ha proposto di fare una torta con i fagioli ho guardato questa iniziativa con qualche sospetto ma devo dire che il risultato finale è stato molto superiore alle mie aspettative. Perchè una torta con i fagioli? Diciamo che al di la della curiosità per l'uso di questo legume in questa preparazione, questo dolce non ha glutine, e ha una consistenza molto particolare, una morbidezza che mantiene un notevole livello di umidità. Noi abbiamo usato i borlotti ma c'è chi ha preparato questo dolce con i cannellini o, addirittura, fagioli neri.

cattura1

Ragù di gallinella di mare

La nostra amica Mea di Bari ci ha fatto dono di un 'altra ricettina di quelle che hanno dentro tutto il fascino delle preparazioni del sud Italia e che, solo a guardarla, ti viene quel certo languorino: Ragù di Gallinella di mare.La preparazione di se stessa è semplice ma il valore aggiunto è il sapore della gallinella che rende questo ragù particolare e da provare.
Ingredienti:
-una Gallinella di mare
- pomodori pelati
-olio extravergine di oliva
-aglio
-prezzemolo
cattu

Calamarata con il Tombarello

Vi proponiamo una preparazione gustosa ,veloce ed economica con un pesce tipico di questo periodo. Il tombarello è una via di mezzo tra lo sgombro e il tonnetto come aspetto. Essendo un pesce pelagico "piccolo" non presenta i problemi di mercurio che normalmente si possono riscontrare nei pesci di grande stazza. Vi proponiamo la Calaramata con il tombarello.20161002_205207

20161004_083722a

Tombarello

20161004_083722aIn questo periodo c’è il passaggio nei nostri mari di branchi di pesci pelagici e non è raro per chi va per mare vedere le “mangianze”, pesci più grandi che mangiano i più piccoli in un grande ribollire delle acque: uno spettacolo veramente affascinante. Questo fa si che anche nelle pescherie fanno la loro comparsa specie tipiche di questo periodo, tra queste il tombarello. 

Pesce Azzurro 1

Pesce Azzurro

Il pesce azzurro è sempre stato considerato il pesce dei poveri ma grazie alle sue proprietà' nutritive è stato ampiamente rivalutato.

pesce azzurro

Oggi tutti i nutrizionisti consigliano di inserire nelle diete il pesce in particolare quello azzurro ricco di proprietà derivanti dagli acidi  grassi che contiene. Questi acidi grassi aiutano nella prevenzione di infarti e di ictus, regolano i grassi nel sangue abbassano la pressione. Nella famiglia del pesce azzurro troviamo diverse specie di pesce che vanno dalle alici alle acciughe dalle sardine agli sgombri e al tonno.

20151108_102108

Sicilia: Agrigento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa volta Italiano e Genuino vi porta a fare una gitarella alla Girgenti di Pirandello e della valle dei templi. Agrigento e' la traslazione nel tempo dell'originaria Akragas che i greci provenienti da Rodi fondarono nel VI secolo A.C., ed esattamente nel 580 A.C. Questa colonia era presente a Gela presso il fiume che poi diede il nome alla citta'. La presenza di campi fertili e la prossimita' della collina dell'Acropoli e a quella della Rupe Atenea furono determinanti nella scelta del sito. I resti degli insediamenti di questo periodo sono fra ciò che di più fastoso e importante sia  quanto è giunto a noi da quella civiltà; la valle dei templi è incoparabile e unica.

Anisakis: impariamo a difenderci

 

Sushi, sashimi ma anche carpacci e marinati crescono nei gusti degli italiani. Ma quanto è sicuro mangiare pesce crudo o semi-cotto? Il rischio è legato ad alcune malattie parassitarie, tra cui la più diffusa in Italia è l'anisakiasi. Questa malattia è causata dalle forme larvali di nematodi ascaroidei del genere Anisakis (dal greco diverso e punta-arpione), attraverso il consumo di pesci crudi o poco cotti. In passato questa patologia era conosciuta quasi unicamente nei Paesi dell'Est Asiatico (soprattutto in Giappone), ma sta diventando un problema diffuso in molti paesi dell'Occidente.

Campania:Taralli pepe’n’zogna (Taralli sugna e pepe) e mandorle

Taralli pepe’n’zogna (Taralli sugna e pepe) e mandorle

 

Ingredienti:

Farina 500g

Lievito di birra 30gtarallipepenzogna

Sugna 150g

Mandorle tostate 150g

Pepe nero

2 cucchiaini di sale

 

Impastate 100 g di Farina con lievito e acqua, impastate e mettete a lievitare in un luogo tiepido finché non raddoppia di volume. A questo tarallipreparazpunto impastate con il resto della farina, il sale, il pepe, sugna e acqua tale da avere una giusta consistenza.

Dividete l’impasto in due parti e formate dei bastoncini sottili come una matita, attorcigliateli e formate dei piccoli tarallini, decorateli con le mandorle non sbucciate, copriteli e lasciateli lievitare per circa un’ora. Quando saranno cresciuti, infornateli in forno a 150° finché non saranno ben dorati.

 

 

 

Articolo fornito da visitcaserta.net