Category Archives: senza categoria

gel

Gelato : una storia tutta in italiano

gelaEstate, caldo e voglia di trovare refrigerio in qualcosa di fresco, cosa meglio di un gelato? In questo settore c'è stato negli ultimi anni un rifiorire di gelaterie artigianali che propongono ingredienti di prima qualità e non prodotti industriali o i soliti semilavorati……. 

Ma cos'è il gelato? Diciamo che è una preparazione alimentare ottenuta con una miscela di ingredienti portata ad uno stato pastoso attraverso il congelamento e la contemporanea agitazione per fargli incorporare quanta più possibile aria.

Certamente in origine, il gelato non era  quello che noi oggi conosciamo, infatti con ottime possibilità la neve e la possibilità di preservare i cibi col freddo hanno posto le basi per il gelato alla frutta. Dal punto di vista storico c'è qualche riferimento nella Bibbia in cui si narra di quando Isacco offri un "mangia e bevi" ad Abramo a base di latte di capra e neve. Anche i romani potevano dire la loro con i "nivae potiones" anche qua dei dessert freddi.

Frisella salentina: il pane dei crociati

Nel passato il pasto veloce  della gente di campagna nei campi o dei pescatori nelle lunghe permanenze in mare era costituito da un supporto di grano che faceva da base a qualche verdura, una frittata o ciò di cui si disponeva, nascono cosi quelle preparazioni umili ma gustose della tradizione gastronomica italiana. Mi riferisco alla pizza bianca del fornaio farcita da mortadella e fichi tipicamente di questo periodo, ma anche quei quarti di pagnotta in cui le casalinghe ponevano pantagrueliche frittate con le cicorie di campo. Nel meridione e più spiccatamente in Puglia  si usavano e si usano le frise. La frisa, o frisella, è una specialità che rientra nella categoria dei prodotti da forno e in dialetto pugliese viene chiamata anche "friseddha" mentre in napoletano "fresella". A dirla tutta la frisella viene prodotta e consumata anche in Calabria e in Basilicata.

sito in manutenzione

Vi preghiamo di scusarci ma dobbiamo fare un pochino di manutenzione…….Riapriremo quanto primaCatturaerfetasadfg

 

 


 

Farina di grano

Intolleranza al glutine, farine raffinate o integrali, grani antichi: tutti i giorni sentiamo parlare di questi argomenti e come appassionato di queste cose ho fatto una piccola ricerca per fare un pò di chiarezza. In effetti sarebbe auspicabile un po’ di consapevolezza rispetto a ciò che si acquista e a ciò che si mangia ogni giorno, e bisognerebbe riuscire a capire che, anche se una cosa si mangia da sempre, non per questo significa che sia la migliore, come ad esempio le farine 0 e 00Cominciamo a definire che cosa significa farina tipo 00, 0, 1 o 2 ? Quali sono le differenze  tra i diversi tipi di farine?

alici con fiori di dalia e rosmarino

erbe aromatiche

I nonni di mia moglie vivevano in una casa di campagna a Montefusco, un paesino sconosciuto ai più, nelCasa nonno Antonio1 (2) beneventano. Questa casetta che nella pietra di volta dell'ingresso principale vedeva scolpito il numero 1692, mi affascinava perchè a cominciare dalla data di costruzione, aveva tutti i segni di un abitazione antica che aveva visto cambiare il modo di vivere di chi ci dimorava. Dal bagno che nell'aia dentro un gabbiotto solo in tempi recenti era stato spostato dentro casa, alle guardiole con le feritoie per lo schioppo che, poste agli spigoli della casa in posizione dominante, permettavano di difendersi dai briganti d'un tempo. Nel minuscolo balconcino c'era poi una selva di vasi, quali di coccio, quali ricavati dai recipienti dalle origini più disparate, che contenevano le erbette aromatiche di "pronto intervento" salvo poi andare nell'orto o per campi per le altre.

BUON  ANNO

   2017 


 

Tradizioni natalizie siciliane

Con i due prossimi articoli l'amico Vincenzo di Palermo ci ha voluto descrivere due specialita' siciliane  del periodo natalizio. Per essere precisi la Cuccìa è una specialità che si prepara per Santa Lucia, ma è altrettanto vero che questa festività apriva il periodo natalizio pur avendo una propria dignità. Inoltre in gran parte d'Italia i regali ai bimbi venivano dati a Santa Lucia e per l'Epifania, solo in tempi recenti il Santo Natale è diventato la festa del regalo. Una curiosità: perchè regalo e non dono? perchè regalo deriva da regale ricordando i re magi che andavano a portare omaggio al bambinello di Betlemme .

Per quanto riguarda invece gli arancini ,una specialità tipica siciliana, la ricetta prevede due possibili versioni, con mozzarella e prosciutto o con ragù. Ve lo ricordate il commissario Montalbano che andava in visibilio per gli arancini?


   

AVVISO AI NAVIGANTI

faro palascia 2012

 

Non so bene come ma siamo arrivati al compleanno di Italiano e Genuino. Ci sono state più di 7000 visite che ci ripagano di tanto tempo speso nella ricerca degli argomenti, l'elaborazione dei testi e delle foto.

Grazie di cuore.

C'è qualche novità tra i collaboratori: i ragazzi di VISITCASERTA.NET  hanno voluto gemellare il loro sito con il nostro. Questa amicizia nasce dalla condivisione del sentimento d'amore per il proprio territorio e dal voler valorizzare ciò che, troppo spesso, gli enti preposti a questo scopo non fanno in maniera adeguata. Dunque questi ragazzi hanno dedicato tanto loro tempo libero alla divulgazione delle  moltissime risorse che offre il loro terrirorio e spesso sconosciute alla massa : bravi!

Spero apprezzerete il materiale che ci hanno messo a disposizione che ci propone itinerari e specialità gastronomiche da far venire l'acquolina in bocca……

Naturalmente per chi volesse vedere gli articoli in forma integrale e tanto altro ,vi invito ad andare su :

-WWW.visitcaserta.net

Un saluto e un invito: vi ricordo che Italiano e Genuino nasce dalla volontà di condividere: non siate timidi, è un sito anche vostro…….Catturaerfetasadfg

 

pesce azzurro : due ricette veloci

Oggi propongo due piatti economici, gustosi e  salutari che non vi faranno entrare certamente nell'olimpo dei cuochi stellati, ma sono un idea veramente veloce e gustosa per fare un primo e un secondo in poco tempo, con poca spesa e grande soddisfazione del palato!!!


 

settimana del maiale

prosciuttoaCon l'articolo precedente abbiamo dato inizio alla settimana del maiale, che terminerà il 17 Gennaio il giorno in cui per tradizione si ultimavano le macellazioni dei suini. Vi verranno proposti alcuni articoli in cui il maiale è il protagonista. Parleremo di salumi (non solo di maiale!!), di porchetta e l'amico Daniele ci donerà qualche aneddoto sull'argomento.

L'idea è quella di far rivivere il legame che la cultura rurale dei nostri avi aveva con questo nobile animale che oggi, studi scientifici qualificano tra i più intelligenti. Non è raro vedere persone che di questi giorni vanno a spasso con maialini da compagnia, animalucci che sono stati modificati geneticamente per non crescere più di tanto….. per i nostri nonni sarebbe stato impensabile. Il problema serio per loro era farli crescere floridi e difenderli dai ladri di maiali, che privavano la magra economia della famiglia di una delle poche fonti di carne di cui avrebbe potuto disporre. Ma aldilà del costume d'oggi vorrei che per un attimo la vostra mente tornasse a quei casolari in cui questo animale occupava umilmente un rozzo rifugio, non lontano da galline, anatre e ,in molti casi quegli animali che aiutavano il contadino nei lavori dei campi. Nelle Marche si celebrano in più parti le feste del "Nino" come viene chiamato il maiale in quella bella regione, perchè non era  solo un animale,  era un pò uno di casa ……

Vi ricordo che qualunque contributo è non solo gradito ma auspicato, quindi se avete la ricetta della nonna o una storiella da raccontare, non siate timidi…..